Da isole a reti ecologiche

16/11/2011
Gran parte degli habitat delle specie minacciate sono situati al di fuori dalle aree protette; molte persone non conoscono l'importanza delle reti ecologiche; un'economia efficiente richiede un'alta biodiversità.
Gallo cedrone

Gallo cedrone: nella regione pilota degli Alti Tauri le condizioni dell'habitat di questa specie minacciata sono state migliorate mediante interventi forestali.
© Eidgenössische Forschungsanstalt WSL

Queste sono le importanti conoscenze ottenute da ECONNECT, il progetto panalpino che si conclude a novembre dopo più di tre anni di lavoro.
I partner di ECONNECT chiedono che i provvedimenti per la protezione e la conservazione di piante e animali non siano circoscritti a singole "isole ecologiche" o corridoi. Perché un ecosistema può essere protetto dai pericoli naturali e adattarsi al cambiamento climatico solo in presenza di un'ampia biodiversità. "La connettività ecologica deve essere riconosciuta come un fattore prezioso per la società", si afferma perciò nelle raccomandazioni rivolte alla politica. I partner del progetto chiedono inoltre che le conoscenze sulle condizioni dei boschi e dei corsi d'acqua, ottenute grazie a finanziamenti pubblici, siano messe a disposizione della collettività. Esse documentano infatti, questa la motivazione, quali sono gli habitat che devono essere collegati fisicamente tra di loro.
Nelle sette regioni pilota del progetto è stata creata una buona connettività ecologica tra gli habitat. Il progetto del Parco nazionale degli Alti Tauri/A ha inoltre ispirato il "Piano d'azione gallo cedrone" del Land austriaco della Carinzia.
Fonte e ulteriori informazioni: www.econnectproject.eu

Abbonamento newsletter

Per ricevere informazioni aggiornate sulle reti ecologiche nelle Alpi, abbonatevi alla newsletter dell'Iniziativa Continuum Ecologico. La newsletter viene diffusa due volte l'anno in lingua inglese.

Rimanete informati

rss... con il nostro servizio RSS che vi mantiene sempre informati su attualità, pubblicazioni e manifestazioni. Abbonatevi qui